ARIMO     

Non restare sola, condividendo esperienze, fatiche e conquiste la risalita è molto più semplice e veloce

GRUPPO GUIDATO 

DI SCAMBIO SOLIDALE

 LE PROPOSTE 

*COUNSELING

*MEDIAZIONE

*INFORMAZIONE GIURIDICA

*CREATIVITÀ AUTENTICA

Molto spesso il dolore della separazione, le difficoltà economiche, i rancori accompagnati da un senso di profonda sconfitta e umiliazione portano la donna a chiudersi in sé stessa, a perdere fiducia nelle proprie capacità e nelle relazioni. Per questo è molto importante interrompere questo processo di ripiegamento ricostruendo insieme la volontà di riprendersi una posizione centrale e sufficientemente appagante nella vita.

Soprattutto quando il nucleo famigliare in crisi comprende anche uno o più figli è molto importante riuscire al più presto a ricostruire un clima di serena collaborazione con il padre dei propri figli. Alle volte però le difficoltà economiche, i rancori reciproci rendono difficile la gestione della quotidianità e l'applicazione delle prescrizioni del giudice sia per quanto riguarda i figli che per le spese. Il mediatore famigliare in questi casi può essere di grande aiuto.

Dopo una fase conflittuale acuta in cui gli avvocati e il giudice hanno avuto un posto centrale nella definizione delle pretese reciproche, la coppia separata o divorziata viene un po' lasciata a se stessa, mentre non sempre le prescrizioni stabilite in sentenza vengono rispettate. Inizia una fase, che può anche essere lunga, in cui, parallelamente alla mediazione famigliare, è necessario avere una chiara visione dei propri diritti e del modo di farli rispettare.

Quando la coppia va in crisi sembra andar a pezzi ogni cosa, soprattutto se l'investimento affettivo è stato importante e coinvolgente tanto da portare alla formazione di una famiglia con uno o più figli. Oltre alle prevedibili sofferenze emotive e alle difficili conseguenze economiche, ne rimane intaccato  il proprio senso di identità personale, per cui spesso è difficile ritrovare se stesse e riprogrammarsi per una nuova vita. Se poi ci sono figli piccoli la cosa si appesantisce ulteriormente per il carico di fatica aggiuntiva e per il fatto che una madre per i primi anni di vita del bambino tende già naturalmente a sentirsi e viversi solo come madre e fa fatica a ritrovarsi come donna e come lavoratrice. La tentazione poi di allontanare il padre anche dai figli è sempre in agguato. Per queste ragioni è molto importante in queste fasi di vita non isolarsi e condividere le proprie esperienze con altre donne che sanno vivendo la stessa esperienza, accettando anche il consiglio di esperti sia per i problemi pratici che per quelli emotivi. Prima si affronta la situazione in un modo ragionato ed equilibrato, prima la vita ricomincia a sorridere.

La profonda crisi d'identità che può scatenare la fine di una relazione di coppia e il senso di frustrazione e impotenza che ne derivano rischiano di mangiarci l'autostima, la fiducia in noi stesse e negli altri. Per questo un percorso creativo di ricerca della propria autenticità da ricostruire è fondamentale per riaprire nuove prospettive di vita positive e soddisfacenti. L'Associazione, secondo la sua peculiarità, propone laboratori creativi in cui ritrovare il modo di esprimersi in forma libera e fiduciosa.